SNAPDRAGON - Repertorio californiano Fes - Fiori per l'anima

Vai ai contenuti

SNAPDRAGON - Repertorio californiano Fes

Floriterapia > Fiori californiani Fes > I singoli fiori

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nome: Antirrhinum majus (Bocca di leone)

Colore: giallo

Corrisponde al rimedio francese (Deva) Guele de loup 

Appartiene alla famiglia delle Scrofulariacee. E' una  pianta erbacea perenne che vegeta spontanea nei luoghi aridi e  rocciosi e viene coltivata come pianta ornamentale. Ha foglie lanceola te a margine intero .  Per la particolare forma del suo fiore, simile ad una fauce, anticamente  si attribuiva a questa pianta un potere divinatorio e i sacerdoti la  interrogavano interpretando i movimenti delle cime fiorite.

Sarcasmo e aggressività verbale.
Personalità irritabili e critiche che hanno sempre problemi comunicativi. Non ascoltano ed aggrediscono senza riflettere su quello che dicono e senza misurare le conseguenze o il dolore che possono causare. Il loro linguaggio esprime ira e ostilità. Molto frequentemente fanno commenti mordaci, duri e sarcastici. Il tono delle loro parole è intimidante e minaccioso e destano paura in chi li affrontano. Possiedono una forte presenza fisica e traboccano di energia e volontà, generalmente male incanalate. Ha le mandibole sempre tese, il bisogno continuo di masticare. Grossa libido che se male incanalata provoca problemi digestivi e sessuali. La parola viene usata male, in modo duro e distruttivo, con la tendenza verso un sarcasmo pungente o verso una critica sferzante.

L'essenza aiuta queste persone a riportare nella giusta direzione la loro potente energia metabolica e sessuale indirizzandola nei giusti canali ed evolvendo nell'uso del proprio potere creativo. Si usa come coadiuvante in tutte le forme problematiche che riguardano la mandibola bruxismo, nevralgie facciali, la gola e le balbuzie.

È efficace in bambini che mordono gli altri per attaccare o difendersi.
Per gli animali che tendono a mordere, in particolar modo  per i cavalli aggressivi che mordono
Uso del potere personale per intimidire gli altri, soprattutto tramite le violenze delle parole
Digrignamento dei denti, tensione eccessiva nelle mandibole
Per chi è facilmente pronto ad aggredire con le parole, ad "azzannare" quando si sente sfidato o attaccato
Capacità di mettersi in contatto con le emozioni di fondo, soprattutto quando sono malposte ed espresse sotto forma di aggressività e ostilità
Bisogno di esercitare l'attività orale, mordere e masticare continuamente com emezzo per sublimare una libido mal riposta o la rabbia trattenuta


Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886
Torna ai contenuti