SCLERANTHUS - Fiori di Bach - Fiori per l'anima

Vai ai contenuti

SCLERANTHUS - Fiori di Bach

Floriterapia > Fiori di Bach > I singoli fiori

Fa parte dei dodici guaritori
Nome: Centigrani, fiorsecco - Scleranthus annuus - Fam.: Cariofillacee
Riconoscimento: 1930, settembre, Cromer
Classe di appartenenza Per coloro che soffrono di incertezza
Preparazione: Metodo del sole


 

 
Per coloro che soffrono molto per l’incapacità di decidere fra due cose, considerando giusta ora Tuna ora l’altra. Sono di solito persone tranquille, che sopportano in silenzio le loro difficoltà, non essendo portate a discuterne con altri. (1936 I dodici “guaritori” e altri rimedi)

Per coloro che trovano difficile decidere cosa vogliono e disciplinare la mente nel modo che preferiscono. Prima provano una cosa, poi un altra. Hanno la sensazione di desiderare due o tre cose allo stesso tempo, ma non riescono a decidere quale. (1934 I dodici “guaritori “ ed i sette aiuti)


INDECISIONE Coloro che non riescono a dare ordine alla propria mente nel modo che vogliono; prima gli sembra giusta una cosa, poi un’altra. I loro desideri, come i loro sintomi corporei, sembrano andare e venire. Se hanno la febbre, questa arriva e scompare. Sono privi di determinazione e incapaci di decidere rapidamente o in modo definitivo; inoltre le loro decisioni cambiano velocemente. Incertezza nelle azioni fisiche, incostanza, tremore, movimenti traballanti e incontrollati, camminata incerta. Il loro umore cambia rapidamente: prima sono allegri, poi depressi. La loro conversazione può saltare rapidamente da un oggetto all’altro. (1933 I Dodici “guaritori” e i quattro aiuti)


sono piene di indecisione. Trovano difficile adattare la mente alla vita di tutti i giorni, e durante la malattia non sanno cosa vogliono; prima reputano giusta una cosa, poi un altra. (1933 Dodici guaritori)


Quando c’è indecisione, quando nulla sembra giu­sto, quando è necessaria prima una cosa e poi un’al­tra (1933 Dodici grandi rimedi)
         
INDECISIONE FERMEZZA Sei uno di coloro che trova diffìcile prendere decisioni;   formarsi un’opinione quando pensieri contrastanti entrano nella tua mente e   rendono difficile decidere per il verso giusto: quando l’indecisione   perseguita il tuo cammino e ritarda il tuo sviluppo: Prima ti sembra giusta   una cosa e poi un’altra? Se è cosi, stai imparando a rispondere prontamente   in circostanze diffìcili; a for­marti opinioni corrette e a seguirle   fermamente. Il pic­colo verde Scleranthus dei campi di grano ti aiuterà a   questo fine. (1932 Libera te stesso)


LA BANDERUOLA AL VENTO La nota dominante di questo tipo è la mancanza di stabi­lità   e fiducia. Poiché manca la sicurezza in sé, queste persone cercano sempre il consiglio degli altri e oscillano   tra le diverse opinioni degli amici. Non riescono a prendete decisioni, e   come risultato sono mentalmente tormentate. Sono nervose e senza pace;   evitano le responsabilità e le persone, eccetto quando hanno bisogno di   aiuto. Il loro difetto è che fanno assegnamento unicamente sull’intel­letto e   non sull’intuizione. Hanno difficoltà a concen­trarsi, in quanto scivolano da   un argomento all’altro. Rappresentano esempi di estremi: prima depressione,   poi gioia; una volta sono ottimiste, un’altra pessimiste. Sono inaffidabili e   incerte perché cambiano continuamente opinione: un giorno rappresentano una   buona compagnia, un altro giorno sono umorali. Talvolta cari­tatevoli e   stravaganti, talaltra cattive e tristi.
I loro sintomi, la   febbre ecc., vanno e vengono, sorgono e spariscono con rapide oscillazioni,   seguendo l’esempio del loro stato mentale. Il rimedio porta una chiara visio­ne   mentale, capacità di prendere decisioni rapide, deter­minazione e calma di   fronte alle difficoltà. Sviluppate caratteristiche di un leader efficiente,   cosi come Cotyle­don   stimola le qualità di un buon soldato. (1930 Alcune considerazioni...)
    

tratto dagli scritti di E. Bach, in particolare dal libro: Le opere complete - Edward Bach - Macro

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

FLORIT  28 FIORSECCO (Sderanthus)
Qualità da sviluppare  FERMEZZA
Squilibrio Incertezza tra due opposti
Elementi di riflessione   Sono indeciso? Mi succede di scegliere una coso, poi un'altra? Sono ora allegro, ora triste? Manco di equilibrio? Ho sovente pensieri contraddittori? Faccio sempre appello alla mia ragione, alla mia morale? Sono inesatto? Sorto un giorno ben disposto, il seguente di cattivo umore e di carattere difficile? Sono esitante? Cambio sovente soggetto quando parlo? Non so ciò che voglio?
Caratteristiche esterne   Vita irregolare. Proiettato all'esterno perché ha perso la capacità di ascoltarsi. Gesti scoordinati e poco armonici: da un estremo all'altro. Non si confida e non chiede neanche consigli. Tipo "altalena": cambia spesso idee, opinioni, umore, vestiti, compagnia... Fa discorsi confusi come i pensieri. Metereopatico
Caratteristiche interne   Oscilla fra due estremi della bilancia. Confuso e perso, ricerca se stesso. Profonda insoddisfazione interiore. Sofferenza interiore; dilaniato perché tirato contemporaneamente da due poli opposti. Instabilità, pensieri saltellanti, tipo "cavalletta". Ha perso la strada che conduce a se stesso; non sa che cosa sperare, sognare... dispersione di energia; stanchezza, mancanza di concentrazione, tensione interna.
Descrizione floriterapia   È una pianta annuale. La famiglia delle Cariofiìlacee cui appartiene Scleranthus, ama la luce, l'aria e preferisce la siccità all'umidità. La famiglia produce in abbondanza saponine, sostanze tensioattive che rompono la pellicola superficiale dell'acqua facendovi penetrare l'aria e che nell'organismo umano depurano il sangue e aiutano a riequilibrare organi come l'intestino e i polmoni nelle loro funzioni.
PT ALTERNANZA, INSTABILITÀ, SFASAMENTO, ASIMMETRIA, SCQORDINAMENTO, CICLICITÀ
Agisce sul quarto chakra, riequilibrando il ritmo cardìaco, il sistema ìmmunìtarìo e respiratorio, e sul secondo chakra legato agli organi addominali; aiuta a ritrovare l'equilìbrio interiore. È particolarmente utile nei disturbi del climaterio o della pubertà, quando lo scombussolamento ormonale provoca squilibri che si manifestano con somatizzazioni varie

Scheda Tratta da "Comprensione ed utilizzo dei fiori di Bach" - Florit - PromoPharma


APPROFONDIMENTI AL FIORE DI LUIS JIMENEZ (appunti)

Lezione
Nell’universo tridimensionale in cui viviamo tutto è duale. Ogni cosa ha due estremi e due tendenze polari che poi tendono a toccarsi nonostante siano agli opposti. Quello che ci indica questo è proprio questa prospettiva duale. Questa dualità è quella che ci permette l’esistenza. Dopo l’estate arriverà l’autunno e dopo l’inverno, e più luce ci sarà, più grande sarà l’ombra. Impossibile sradicare l’altra tendenza polare fino a che siamo incarnati nel corpo. Amore e odio, freddo e caldo, virtù e difetto, tutto fa parte della stessa tendenza di forza e sono gli estremi della stessa forza. Per esempio se pensiamo alla temperatura, all’interno di questa forza e tendenza c’è una linea che va dal caldo al freddo e se chiudiamo la linea su se stessa, diventerà un cerchio e il freddo e il caldo si toccheranno. Ed è comunque un fatto personale perché per ognuno di noi una determinata temperatura può essere fredda e calda. Cos’è corretto cos’è sbagliato? Cos’è bene e cos’è male? Proprio questo ci insegna SCLERANTHUS: l’esplorazione della polarità che non è la ricerca della stabilità. Perché se raggiungi la stabilità ti fermi, mentre l’instabilità è movimento. Per camminare dobbiamo perdere l’equilibrio continuamente ad ogni passo. Le persone che si addentrano ad un cammino spirituale vogliono l’equilibrio. SCLERANTHUS ci parla di questa dualità permanente che ci permette di continuare a vivere.
La vita è duale e noi ci spostiamo costantemente in queste polarità fino a capire che la vita è movimento. La difficoltà sta nell’impossibilità di scegliere, perché SCLERANTHUS pensa che se sceglie una cosa perde l’altra. Fino al momento in cui non scelgo, tutte e due sono mie.
Intenzione positiva
Mantenere le due possibilità sempre.
Limitazione
Non è la difficoltà nella scelta, ma nell’allontanarsi da quello che non è stato scelto.
Virtù
Fermezza, mantenere la scelta indipendentemente dal risultato, lasciando indietro qualunque altro risultato. Lui sa scegliere ma deve accettare la scelta che ha fatto e deve mantenerla.


Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886
Torna ai contenuti