MANZANITA - Repertorio californiano Fes - Fiori per l'anima

Vai ai contenuti

MANZANITA - Repertorio californiano Fes

Floriterapia > Fiori californiani Fes > I singoli fiori

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nome: Arctostaphylos viscida

Colore: bianco-rosa

Si tratta di un arbusto della famiglia delle Ericacee, originario delle zone boreali. E' simile al mirtillo. Ha foglie alterne intere e piccoli fiori bianco-rosati a forma di piccoli calici, raccolti in grappoli.
Per chi vive un senso di estraneità o di rifiuto verso il proprio corpo e in generale verso gli aspetti fisici della vita. Per accettare o ritrovare un buon rapporto con il proprio corpo fisico (per esempio durante la gravidanza, in pubertà, in menopausa). Sono persone di carattere timido e con una gran necessità di attenzione e di affetto. Occasionalmente hanno tendenza ad oscillare tra una estremo aggressivo per poi diventare contenuti e timidi.

Utile per le persone che hanno problematiche alimentari, per le donne che rifiutano le forme femminili o il proprio corpo. Tendenza a considerare il proprio corpo come qualcosa di inferiore; problemi sessuali; anoressia, bulimia, disordini dell'alimentazione. Persone che si sottopongono ad una ferrea autodisciplina, seguono diete rigorosissime, digiuni più o meno lunghi e frequenti e perseguono uno stile di vita rigidamente ascetico, riducendo al minimo i contatti con il mondo esterno e inibendo gli istinti e i desideri fisici. L'essenza aiuta l'individuo arriva a concepire il corpo come reliquiario o come tempio dello spirito e a coinvolgersi con il mondo fisico, soprattutto col corpo. L'insegnamento è che la materia è morta o inferiore solo quando non viene accettata dalla coscienza dell'individuo.

In adolescenza per chi si identifica con il proprio corpo - Apprezzare il corpo come tempio dello spirito - Per aiutare il neonato ad incarnarsi nel proprio corpo, sprattutto in caso di nascita difficoltosa o trauma da parto - Tendenza a negare o maltrattare il corpo - Rifiuto del desiderio fisico - Comportamenti auto-distruttivi verso il proprio corpo fisico - In gravidanza per vivere il proprio corpo come tempio spirituale dell'animo che si incarna - Vedere la perfezione solo in ciò che è spirituale e rimanere disgustati dal proprio corpo fisico - Per vivere il proprio corpo come una fonte di nutrimento emotivo -

Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886
Torna ai contenuti