BORAGE - Repertorio californiano Fes - Fiori per l'anima

Vai ai contenuti

BORAGE - Repertorio californiano Fes

Floriterapia > Fiori californiani Fes > I singoli fiori

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nome: Borago officinalis (Borragine)

Colore: blu

Corrisponde al rimedio francese (Deva) bourrache 


La pianta è originaria dell'area mediterranea, dove cresce tuttora in forma spontanea. Viene coltivato in tutte le regioni temperate del globo. Il nome Borragine deriva dal latino "borra" (tessuto di lana ruvida). Pianta perpetua, può raggiungere l'altezza di 1 metro. Ha foglie verdi-scure lunghe 10-15 cm che presentano una ruvida peluria. I fiori presentano cinque petali, disposti a stella, di colore blu-viola ed al centro sono visibili le antere derivanti dall'unione dei 5 stami. I fiori sono penduli in piena fioritura e di breve durata. Hanno lunghi pedicelli. Le foglie ovali ellittiche con lungo picciolo.

Per le depressioni affettive. Chi ha vissuto un grande dolore di cuore ed ora sente l'oppressione al petto, un peso al cuore per pene d'amore. Riporta serenità, buon umore e voglia di vivere, lenisce il dolore. Dona il coraggio di andare avanti nelle situazioni difficili avendo fiducia in se stessi (una volta la pianta era chiamata Corago, invece di Borago, riferendosi appunto al coraggio associato ad essa). Quando il nostro cuore diventa troppo pensante e triste, noi ci scoraggiamo, ci sconfortiamo. Questa essenza aiuta a ritrovare la leggerezza del cuore, a provare vivacità e leggerezza, riempiendo la persona di energie, ottimismo. E' utile anche nelle crisi di mezza età quando c'è un sentimento angoscioso e sgomento profondo e inespresso per ciò che non si è riusciti a raggiungere.- Utile per lenire il dolore provocato da un aborto - In menopausa quando la fine del ciclo provoca angoscia perchè non si può più concepire o quando non si trova un compagno - Nel lutto, per superare il dolore dei sentimenti che opprimono il cuore, dovuti alla morte o alla morte incombente della persona amata. Dissipa il pessimismo, la malinconia e tutti gli stati depressivi conseguenti ad esperienze affettive logoranti. Attenua le tensioni emozionali e mentali riportando il buonumore, la speranza e la voglia di vivere. Inoltre agisce come depurativo delle tossine prodotte dagli stati d'animo negativi.

Può essere utile per gli animali depressi per causa di una malattia o della vecchiaia

Per quelle persone a cui manca il coraggio, la prodezza e la forza per affrontare il pericolo, la fatica o l'afflizione degli avvenimenti della vita e che vivono senza potere superarsi sentimenti di depressione, tristezza e dispiacere. Hanno un carattere scoraggiato, soffrono di delusione ed oppressione. Si ritirano facilmente e non hanno spinta. L'angoscia li domina facilmente e sono generalmente tendenti all'introversione.
Questo fiore dona forza, allegria, prodezza e capacità di godimento. Allevia i dolori affettivi. Rimedia la depressione e la malinconia. che sono "timoniere" nei temporali. Dà valore, forza di volontà, sveglia la fiducia e fa le persone felici attraverso lo scoprire di nuovi valori nella vita. Allegria e motivazione per la vita. La lezione da imparare è affrontare le sofferenze e le disgrazie della vita con forze e coraggio.

Dr.ssa Antonella Napoli, Psicologa e floriterapeuta, P.I. 001355428886
Torna ai contenuti